Filarmonica Capezzano Monte

Comune di Pietrasanta (LU)   Meteo
   GuestBook  
 
     
 

La Scuola di Formazione Bandistica

 
 

Chatta con noi! Se vuoi
inserire il tuo nome digita
/n tuonome poi invio

 

 

L'insegnamento della Musica nella Società Filarmonica di Capezzano Monte è sempre stato attivo sin dalla sua fondazione e sicuramente di prim'ordine, infatti numerosissimi e validissimi  sono stati i musicisti che in essa hanno prima imparato poi suonato.
La prova tangibile la riscontriamo ogni anno nel vedere il sempre maggiore numero di iscritti alla Scuola di Formazione Bandistica.
Qualche anno fa…, diciamo pure dall'inzio, l'insegnamento del solfeggio e dello strumento era delegato ai musicanti più capaci, che dedicavano il loro tempo libero e gratuitamente, a far entrare nelle zucche pigre dei ragazzi, note, valori, tempi e suoni.
Per parlare della storia più recente vorrei ricordare tra i tanti volenterosi e capaci insegnanti, Albino Viviani, Averardo Pasquini, Giuseppe Bresciani, Mario Viviani ed Enzo Pasquini che sicuramente sono stati i più attivi di questi ultimi cinquant'anni.
Dal volontariato passammo poi all'assistenzialismo musicale…, infatti nei primi  anni '80 ci fu qualche iniziativa della Provincia di Lucca che fornì gratuitamente alle Bande degli insegnanti diplomati, ma il poco tempo a disposizione e lo scarso attaccamento alla Società non produssero risultati apprezzabili e ben presto ci fu il ritorno verso le consuete forme di insegnamento autoctono…
La Scuola di Formazione Bandistica nacque dunque  nel lontano…1988, dalle ceneri e dalle esperienze precedentemente illustrate.
Niente di nuovo o di totalmente in contrasto con il passato, ma se prima gli allievi erano costretti a recarsi nelle case degli insegnanti, adesso c'era un luogo comune dove convivere e condividere le proprie esperienze. La Sala Musica.
Niente di nuovo dunque, ma la "Sala"  cominciò a prendere vita, gli insegnanti ed i ragazzi vi si avvicendavano con impegno e serietà ed a fine anno scolastico, era il 1989, venne proposto, su idea di Marco Pasquini e Maura Spezziga,  il 1° Saggio Musicale. La novità fu subito apprezzata ed il  successo ottenuto ci  permise di continuare la positiva esperienza anche a Pietrasanta, con l'aiuto dell'Amministrazione Comunale , nella persona di  Gianfranco Lenzi, allora responsabile dell'Ufficio Associazionismo del Comune di Pietrasanta, e del Preside delle Scuole Medie P.E. Barsanti, che gentilmente ci mise a disposizione alcune aule scolastiche.
Fu una sfida esaltante ed abbastanza faticosa, ma la  doppia dislocazione della Scuola favorì, almeno all'inizio, l'ingresso di numerosi allievi che ben presto incominciarono a far parte stabile della Banda.
Ricordo volentieri i ragazzini oggi adulti, Simone (adesso Professore ed Insegnante di tromba), Giuliano e Franco,  che sono gli unici superstiti…di quella bellissima esperienza.
Come tutte le favole però non poteva durare in eterno e, dopo varie vicissitudini e spostamenti, si decise di concentrare gli sforzi sulla sola sede paesana.
Da allora molti anni sono passati ed i saggi di fine anno sono arrivati ormai al numero di 18, non male, vi pare?
Vorrei ricordare anche tutti gli insegnanti che si sono avvicendati in tutti questi anni  e che sicuramente hanno lasciato o stanno lasciando molti ricordi tra quelle quattro mura:
 
Ottoni
Maurizio Bresciani
Sergio Bologna
Battista Ceragioli
Franco Maggi
Stefano Benedetti
Federico Prato
Simone Barsanti
Marco Croci
Alfredo Brunini
Riccardo Pasquini

Ance
Marco Pasquini
Marcello Bonacchelli
Cristina Bianchi
Maura Spezziga
Alessio Moriconi
Stefano Bresciani

Flauti
Stefano Moriconi

Percussioni
Michele Vannucci
Fabrizio Iannuzzi

Ci farebbe piacere ricordare anche tutti gli allievi che hanno frequentato la scuola ma non sarebbe impresa facile ricordarli tutti quindi non ci proviamo neanche. Provate però a guardare questa breve galleria fotografica per vedere se ne riconoscete qualcuno e poi date un'occhiata ai componenti della Filarmonica... chissà! forse li ritroverete li dentro, magari un po' più maturi, ma che tutt'ora continuano a donare il proprio tempo libero al magico mondo delle sette note.

Torna alla Home Page